Che cos’è il Crowdfunding immobiliare?

Tempo di lettura: 3 min.

Non è mai stato strano avere un’idea o un business plan ma non sufficiente capacità finanziaria per realizzarlo. In passato, la gente era solita rivolgersi alle banche per ottenere prestiti e sovvenzioni.

Siccome tutto è in continua evoluzione, così vengono alla luce migliori strumenti per ottenere finanziamenti.
Un grande esempio è il crowdfunding.
Crowdfunding non è una parola nuova. Molte persone hanno già familiarità con questo termine e con ciò che rappresenta. In termini semplici, è letteralmente radunare una folla (molte persone) per finanziare  un progetto, un’idea, un business plan etc.

Come si utilizza questo strumento nel settore immobiliare? Effettivamente il settore immobiliare è particolare ed idealmente è difficilmente configurabile una commistione con il concetto di crowdfunding; tuttavia questo connubio è stato creato e sta avendo sempre più successo.  

Cos’è il crowdfunding immobiliare?

Il crowdfunding immobiliare è un metodo di investimento in cui la modalità “crowdfunding” viene utilizzata per raccogliere capitali al fine di finanziare lo sviluppo di progetti immobiliari.
I fondi di più investitori vengono messi insieme permettendo una diversificazione degli investimenti senza il tramite di consulenti finanziari, società finanziarie, e così via. Inoltre il crowdfunding immobiliare è accessibile totalmente online. 

I vantaggi sono molti, tra i quali:

  • L’elevata possibilità di diversificazione;
  • Il processo di investimento è immediato e avviene totalmente online;
  • I ritorni sono molto interessanti, in media oltre il 10% su base annua;
  • Non vengono richieste competenze specifiche agli investitori;
  • L’investitore ha la possibilità di conoscere esattamente il progetto e la società nella quale investe;

Con così tanti vantaggi, è facile prendere in considerazione l’idea di tuffarsi a capofitto in questa nuova opportunità. Non dimentichiamo però che tutto ciò che ha un vantaggio, porta con sé anche dei rischi.

I rischi sono gli stessi di qualsiasi altro investimento nel settore immobiliare. Ciò significa che se l’investimento ha degli imprevisti, l’investitore rischia di perdere il denaro investito.

Tipi di Crowdfunding immobiliare

L’investitore che si affaccia al mondo del crowdfunding immobiliare, si trova di fronte a due tipologie principali tra cui scegliere. Di seguito verranno spiegati brevemente i dettagli delle due:

Equity Crowdfunding

Tramite un investimento in equity crowdfunding l’investitore diventa effettivamente socio, acquistando una quota della società che sviluppa il progetto immobiliare, nella maggior parte dei casi acquisendo anche la proprietà dell’immobile stesso.

Il rendimento di questo tipo di investimento è variabile e strettamente legato al profitto generato dalla società di cui si fa parte. Il ritorno dell’investitore è rappresentato da una parte dell’utile della società stessa, proporzionalmente alla sua quota di partecipazione.

Ecco i principali “pro” e “contro” associati a questo tipo di investimento.

Pro

  • I ritorni, non avendo un limite prestabilito, possono raggiungere cifre davvero molto consistenti.
  • L’investitore ha un contatto diretto con il progetto, essendo a tutti gli effetti proprietario di una parte.

Contro

  • Un rischio più elevato rispetto a qualsiasi altro tipo di investimento di crowdfunding immobiliare.
  • Il processo di exit è complicato, poiché richiede la liquidazione della società. 
  • La possibilità di prendere parte alle decisioni della società è pressochè nulla, nel caso in cui la propria quota sia molto piccola (solitamente inferiore all’1% del capitale sociale).

Lending Crowdfunding

La modalità del lending crowdfunding consiste invece nell’effettuare un prestito ad una società immobiliare, finalizzato a finanziare uno specifico progetto. Il prestito può servire a finanziare diverse fasi del progetto, dall’acquisto dell’immobile fino ai costi di costruzione o ristrutturazione.

Il rendimento di questo tipo di investimento è solitamente fisso, solitamente su base annua, e viene riconosciuto agli investitori tramite il pagamento di un interesse sul capitale prestato.

Pro

  • Il rischio è chiaramente inferiore. Se qualcosa va storto, il prestito prevede delle garanzie che possono essere attivate per recuperare i propri fondi. La società infatti ripagherà il prestito prima di dividere l’utile tra la compagine sociale.
  • Le modalità di pagamento agli investitori sono molto semplici e immediate, non richiedono nessuna procedura specifica.
  • Il prestito può offrire rendimenti costanti, anche con cedole mensili, trimestrali, ecc.

Contro

  • L’investitore non fa parte della società e potrebbe avere un accesso alle informazioni più complicato.
  • Il rendimento dell’investimento è predefinito e non andrà sopra una certa soglia.

Come funzionano le piattaforme di crowdfunding immobiliare

Ci sono una diverse opzioni quando si tratta di piattaforme di crowdfunding immobiliare ed è facile essere confusi in merito alla scelta da effettuare. Il Crowdfunding si basa sulla messa in comune di fondi provenienti da una pluralità di investitori: questo è il concetto primario con cui operano tutte le piattaforme. Tuttavia, ogni piattaforma è diversa nel modo in cui lo fa.

Quando si sceglie una piattaforma di crowdfunding immobiliare, è importante considerare diversi aspetti.

Alcuni consigli:

  • Scegliete una piattaforma che abbia esperienza nel tipo di investimento in cui volete impegnarvi. Verificate che abbia uno storico verificabile e dei risultati ottenuti in passato.
  • Affidatevi a piattaforme che adottano una valutazione approfondita delle opportunità d’investimento offerte. Maggiori sono le informazioni condivise riguardo al progetto e maggiore sarà la probabilità che il progetto sia stato valutato attentamente.
  • Verificate che la piattaforma abbia un servizio clienti preparato e disponibile.

Piattaforme/siti di crowdfunding immobiliare più popolari

Crowdestate – Ottimo per avvicinarsi agli investimenti immobiliari, con grande possibilità di diversificare i propri investimenti a partire da soli 100€.

RealtyShare – A partire da un investimento minimo di 5.000 euro. Gli investitori hanno la possibilità di avere accesso ad una analisi molto dettagliata della proprietà immobiliare in cui si vuole investire.

Prodigy Network – Ideale per investimenti immobiliari commerciali nelle principali città degli Stati Uniti, a partire da 10.000$.

RealtyMogul – Importo minimo di investimento di 1.000 euro e aperto sia agli investitori istituzionali che a quelli retail.

Riflessioni finali

Da tutte le osservazioni effettuate emerge che il crowdfunding immobiliare è un ottimo modo per investire e ottenere interessanti rendimenti. Dall’altro lato, è uno strumento innovativo per avere accesso ad una fonte di liquidità veloce e flessibile per finanziare i propri investimenti.

Tuttavia, è bene tenere presente che ogni investimento in crowdfunding immobiliare comporta un livello di rischio più o meno alto, è quindi consigliabile impegnare solo una minima parte del proprio capitale.
È possibile ridurre i rischi esercitando le dovute precauzioni a partire dalla scelta della piattaforma e dei progetti sui quali si decide di investire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.