Suggerimenti di finanza personale per imparare a gestire al meglio i propri soldi

Tempo di lettura: 2 min.

Iniziamo col dare una definizione di finanza personale: sono tutte quelle azioni appunto finanziarie di un singolo individuo o di un nucleo familiare,  per quanto concerne debiti, crediti, apertura di un mutuo, scelta di un’assicurazione (ad esempio l’incremento della propria pensione), investimenti in immobili ecc. 

Prestare attenzione alla finanza personale è il modo efficace per imparare ad amministrare al meglio la propria situazione economica.

Non sempre è facile tenere sotto controllo il nostro patrimonio, questo articolo vuole essere uno spunto pratico per riuscire ad attuare una gestione ottimale delle nostre finanze.

#1 Impostare un budget e porsi sempre un obiettivo di risparmio

È sempre bene partire da un’analisi delle proprie finanze e capire in maniera sommaria a quanto ammontano le nostre spese ogni mese.
È importante pianificare aiutandosi con qualche strumento (sul web se ne possono trovare molteplici), per monitorare le entrate e le uscite. 

É consigliabile inoltre suddividere in spese fisse e spese variabili. Le spese fisse riguardano tutte quelle uscite che variano di pochissimo ogni mese, ma che sappiamo di per certo non mancheranno, ad esempio: mutui, assicurazioni, rate da pagare ecc.
Le spese variabili, invece, sono decisioni di spesa quotidiane a discapito delle scelte delle singole persone. Un esempio può essere scegliere di mangiare al ristorante, comprare un vestito, prenotare una vacanza ecc.

Una volta analizzate le proprie risorse finanziarie e pianificate le spese è necessario porsi un obiettivo di risparmio.
Stabilire un budget mensile entro il quale rimanere e da non sforare.

È consigliabile risparmiare almeno il 10% del proprio reddito ogni mese in vista di un obiettivo specifico, che può variare da persona a persona: risparmiare per una vacanza, per eventuali emergenze, per procedere con un acquisto importante come quello della casa e molto altro ancora.

Cercare di spendere sempre meno rispetto alle proprie entrate, un buon modo è utilizzare maggiormente i contanti piuttosto che le carte.
Utilizzare un salvadanaio fisico o virtuale in cui versare i soldi, la regola in questo caso è: poco, ma spesso. Mettere da parte piccole cifre e diverse volte nell’arco del mese. Alla fine dell’anno conterete una bella somma!

#2 Creare un piano di investimento

Risparmiare soldi per un obiettivo come l’investimento è sicuramente un’ottima ragione.
È bene capire dove impiegare i propri soldi, ci sono diversi tipi di investimento e con differenti tipologie di orizzonte temporale.
Anche qui è necessario ragionare sulle proprie necessità e compiere azioni di investimento in base a quelle.
Il consiglio che possiamo darvi qui, è quello di confrontarsi sempre con un consulente finanziario, che potrà aiutarvi ad investire secondo i vostri obiettivi.

#3 Stipulare assicurazioni

Assicurazioni sulla vita, una previdenza integrativa, assicurazioni su infortuni sono un modo eccellente per impiegare alcuni risparmi. Spesso è necessario prevedere alcuni rischi e necessità future con dei piani assicurativi. Ce ne sono molteplici e anche in questo caso, un buon consulente di fiducia saprà indirizzarvi verso il piano migliore.
È un valido modo per tutelare se stessi e la propria famiglia!

Non è inusuale al giorno d’oggi pensare ad una pensione integrativa. Spesso viviamo con la paura che i soldi che riceveremo con la pensione non possano bastare. Attuare quindi un piano di integrazione è una buona strategia. Soprattutto è bene tenere presente che non si è mai troppo giovani per iniziare a risparmiare in vista del nostro futuro, anzi prima si comincia meglio è!

#4 Valutare gli acquisti e tenere sempre d’occhio i nostri obiettivi

Un consiglio: fare acquisti ragionati! È molto utile tenere sempre presente la regola del 24-48 ore; il tempo necessario per decidere se effettivamente quell’ acquisto può essere utile e necessario. Questo lasso di tempo permette di evitare gli acquisti impulsivi e procedere con una maggiore coscienza.
Porsi sempre come domanda:”mi serve davvero?” è un’altra buona strategia. Allo stesso modo è sempre aver bene in mente quali sono i nostri obiettivi di risparmio.
Altro spunto di riflessione può essere quello degli acquisti intelligenti: ovvero utilizzare sconti, saldi coupon e comprare prodotti a marchio commerciale, rispetto a quelli di marca.
Il denaro risparmiato con questi piccoli accorgimenti, può essere messo da parte e non re-investito in ulteriori acquisti, evitando di comprare oltre al necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *