Come valutare il rapporto rischio-rendimento di un’opportunità di investimento?

Tempo di lettura: 1.10 min.

I servizi di investimento finanziario spesso ricordano agli investitore un fatto molto importante: investire è rischioso. L’obiettivo di questo importante “memorandum” è quello di sottolineare il fatto che un investimento senza rischio non esiste, ed è bene che ogni investitore conosca nel dettaglio i dati e le risorse riguardanti i propri investimenti prima di prendere una decisione. La decisione presa deve sempre basarsi su una valutazione accurata del rischio in relazione con quella che è il proprio livello di tolleranza ad esso.

Noi di Crowdestate siamo sempre molto attenti a proporre i migliori progetti ai nostri investitori, quelli che propongono un tasso di rendimento commisurato al rischio.

Delle 128 opportunità di investimento finanziate ad oggi, 44 sono già state concluse con successo. Abbiamo riscontrato delle problematiche con 2 soli progetti, ai quali stiamo comunque lavorando per trovare una soluzione positiva. Detto ciò, gli investitori potrebbero chiedersi quali sia la modalità corretta per valutare il rapporto rischio-rendimento di un progetto di crowdfunding.

Un progetto di investimento in Crowdfunding è qualcosa di molto particolare. Il rischio può essere misurato sulla base di progetti simili già completati, ma il risultato finale di ogni investimento si potrà conoscere solamente una volta completato l’investimento. Noi abbiamo sempre adottato un approccio conservativo nella valutazione del rischio-rendimento, e ciò ha giocato a nostro favore in diversi casi. Ad esempio, abbiamo stimato il rendimento del progetto di sviluppo Juri a Tallinn al 27.9% su base annuale e il ritorno effettivo per gli investitori è stato del 48.07%.

Alcuni consigli per gli investitori su cosa tenere presente per valutare il rapporto rischio-rendimento:

  • La location: la scelta di un quartiere signorile, con diversi servizi ai cittadini, può rappresentare un rischio minore rispetto alla media. Bisogna sempre valutare anche le caratteristiche di un progetto rispetto a quelli simili presenti nella stessa area. Ad esempio, se ci sono dei vantaggi rispetto al resto: le finiture, l’ampiezza degli spazi comuni, parcheggi, un comodo accesso alla proprietà, ecc.
  • Prezzo: paragonare il prezzo medio al metro quadro del progetto in cui vogliamo investire rispetto alla media del mercato in quella zona, così da essere sicuri che il nostro investimento sia competitivo.
  • Il tasso di ritorno: se è possibile investire in un altro progetto con un ritorno simile, quale di questi ha il rischio inferiore? Fare un confronto è sempre utile per capire se c’è equilibrio tra rischio e rendimento.
  • Chiedere informazioni allo Sponsor del progetto: può aiutare a comprendere nel dettaglio le dinamiche dell’investimento.
  • Garantito oppure no: se un investimento è garantito (da ipoteca o altro) e i rischio potenziali sono chiari e misurabili, allora il rendimento atteso sarà per lo più basso.
  • L’esperienza dello Sponsor: se lo Sponsor ha uno storico di successo allora questo concorrerà ad avere un rischio generale minore.
  • Da tenere a mente: il rischio è sempre inferiore maggiori sono le informazioni che puoi ottenere!

Consigliamo sempre agli investitori di Crowdestate di investire in progetti che presentano un livello di rischio in linea con il loro profilo e con la loro tolleranza al rischio. Anche il tasso di rendimento del più sicuro degli investimenti può calare se un pagamento, un’autorizzazione o un accordo subiscono un ritardo.

Per concludere, il consiglio principale: è molto più probabile avere risultati positivi se il portafoglio è sufficientemente diversificato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.